Festival di Venezia 2018: Michele Riondino sarà il conduttore

11

La 75esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia 2018 parlerà molto maschile: le serate di apertura (il 29 agosto e l’8 settembre) e di chiusura del Festival infatti saranno affidate all’attore Michele Riondino. Classe ’79, tarantino doc, Riondino ha studiato recitazione all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico, diplomandosi nel 2000. La sua carriera è partita a teatro: durante il suo corso didattico ha la possibilità di lavorare al fianco di professionisti importanti come Giuseppe Patroni Griffi, Marco Bellocchio, Emma Dante, Marco Baliani. E prossimamente lo rivedremo sul grande schermo Riondino nel film di Antonello Grimaldi, ‘Restiamo amici’. Ma l’attore pugliese dal 2012 è il protagonista della fiction Rai ‘Il giovane Montalbano’ per la regia di Gianluca Maria Tavarelli. Un rapporto molto intenso, il suo con la televisione: ha fatto infatti parte del cast di Incantesimo 5, per tre stagioni di Distretto di Polizia su Canale 5 e ha recitato anche in Giorni da Leone 2, Il segreto dell’acqua, Pietro Mennea – La freccia del Sud diretto da Ricky Tognazzi e quest’anno ne La mossa del cavallo – C’era una volta Vigata. Inoltre da cinque anni è il direttore artistico del concerto del Primo Maggio a Taranto, città alla quale è molto legato.