Martin Scorsese: “Il cinema è un’esperienza fondamentale”

10

A ottobre Martin Scorsese sarà uno dei premiati di lusso alla festa del Cinema di Roma ma intanto negli ultimi giorni è stato ospite a Bologna per assistere insieme al pubblico alla versione restaurata di ‘Toro scatenato’, film del 1979 con Robert De Niro nei panni del pugile Jake LaMotta. E dialogando con il pubblico ha svelato alcuni suoi segreti: “Questo film in realtà è stata un’idea di Robert che aveva una vera ossessione per quella storia. Così, dopo ‘Taxi Driver’ e ‘New York, New York’ siamo tornati a lavorare insieme ed è stato l’apice della mia prima parte di carriera”. Poi ha invitato il pubblico e non perdere l’amore per il grande schermo: “Non c’è niente che può essere paragonato all’esperienza di andare al cinema. Di recente sono stato a Los Angeles per celebrare il cinquantesimo anniversario di ‘2001: Odissea nello spazio’ e ho detto a tutti di andare al cinema e pagare il biglietto, perché è un’esperienza che deve essere vissuta come una cosa irrinunciabile. Quando ero giovane la tv non c’era e si andava al cinema almeno una volta alla settimana. Oggi c’è il digitale e molte alternative, ma bisogna spiegare alle nuove generazioni che non è finita qui. Tutti i vari sistemi devono coesistere”. Infine ha svelato alcuni segreti della sua carriera: “C’è sempre un momento verso metà film in cui non ho idea di cosa sto facendo. Ma poi penso che comunque tutti saranno contro di me e che quindi l’importante è che io sia contento del mio lavoro. A 14 anni avevo già visto tutti i film di Elia Kazan e avevo capito che la mia strada era fare il regista. In realtà non ho mai frequentato una scuola per diventare regista, ma ho imparato perché mi piaceva”.